Dogna

Confindustria: Udine, +3,1% industrie meccaniche nel 2017

L'industria metalmeccanica della Provincia di Udine (oltre 23 mila addetti e più di 1.900 imprese), ha registrato nel 2017 un incremento rispetto all'anno precedente del 3,1% per il comparto meccanico e del 2,3% per quello siderurgico. Il dato è stato evidenziato dal capogruppo delle Industrie Metalmeccaniche, Roberto Siagri, nel corso della riunione del Gruppo tenutasi a Udine, sulla base delle rilevazioni dell'indagine trimestrale dell'Ufficio Studi dell'associazione territoriale. Il metalmeccanico friulano aveva archiviato un 2016 con un calo dei volumi produttivi nel comparto meccanico (-1,4%) e segnato un andamento stazionario per quello siderurgico. Nel 2017, inoltre, lo sfruttamento degli impianti è stato in media pari all'82,3% e 81% della capacità massima disponibile rispettivamente per il comparto meccanico e siderurgico, percentuali superiori a quelle raggiunte nel 2016 (79,2% e 78,4%). La ripresa del commercio mondiale ha avuto riflessi positivi sulle dinamiche dell'export provinciale. Nei primi nove mesi del 2017, infatti, hanno raggiunto i 2.674 milioni di euro, con un +9% rispetto all'analogo periodo dell'anno precedente, mentre le importazioni, grazie al miglioramento della domanda interna, hanno registrato un +24,7%. Il saldo dell'interscambio del comparto ha registrato un attivo di 1.511 milioni di euro. (ANSA).

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie